Sangue e orrore sul Gay Pride in Brasile


Ieri confortati da quel che significa per milioni di persone GLBT la parata del Gay Pride, avevamo parlato della enorme massa di gente che aveva partecipato alla 13ma edizione del Gay Pride di San Paolo. Purtroppo, nel tardo pomeriggio di ieri, l'agenzia Agi/Efe, trasmetteva una tremenda notizia riferita da fonti ufficiali: domenica sera sui partecipanti alla manifestazione era stata lanciata una bomba. Almeno 21 persone sono rimaste ferite. L'ordigno è stato lanciato in largo Arouche, sede di diversi locali notturni dove tantissima gente si era stipata per festeggiare la fine della sfilata e l'inizio di una nottata di musica e festa.

Secondo quanto è dato conoscere, la bomba è stata lanciata da un edificio che affaccia su largo Arouche. In verità, anche durante lo svolgimento del Gay Pride, pare ci siano stati ripetuti attacchi contro gli omosessuali, tanto che un diciassettenne risulta essere in coma dopo essere stato aggredito da un gruppo di persone.

Purtroppo, l'episodio ci indica quanta omofobia ancora alberga nel mondo e quanta violenza si è disposti a mettere in campo verso persone che hanno la sola colpa di essere omosessuali. Per questo, al di là delle nostre diverse vedute, dobbiamo impegnarci in prima persona al rispetto, all'accoglienza e a combattere l'omfobia ovunque si annidi.

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: