L'ennesimo freno del Vaticano contro i preti pedofili. Servirà?


Da una parte c'è lo spirito tutto clericale, devozionale e mistico; quello della Chiesa di Roma e dei suoi porporati che si dicono umiliati e chiedono scusa per una parte delo loro clero che si è macchiata di colpe orribili verso minorenni. Dall'altra c'è la consapevolezza che questi scandali, che chissà perché arrivano sempre un pochettino in ritardo tra silenzi e omissioni, hanno la facoltà forse di punire i responsabili ma maggiormente svuotano le casse diocesane costrette, a volte, a pagare con sonante pecunia. In mezzo c'è Benedetto XVI che da cardinale dettò il silenzio sulle tristi vicende e ora da Papa ha deciso tolleranza zero contro questi scandali. L'ultimo ha riguardato l'Irlanda e al Papa, nei giorni dopo che è stato presentato dai vescovi irlandesi il Rapporto Ryan, non è rimasto che serrare le fila e chiedere norme severe contro gli atti delinquenziali dei preti pedofili. Ma Benedetto XVI è intervenuto anche contro i preti concubini e i sacerdoti in odore di omosessualità.

La Curia romana avrà più poteri per punire i preti che violano il voto di castità, e nei rapporti è stato incluso anche quello omosessuale. Lo stesso per i preti che si sposano senza che lascino l'abito talare. Alla Radio Vaticana, Mons. Mauro Piacenza, numero due della Congregazione per il clero, ha detto: «Si deve purtroppo rilevare che talvolta si possono verificare situazioni anche di grave indisciplina da parte del clero». Così, in nome della salus animarum, il Pontefice ha deciso che la Congregazione avrà alcune facoltà speciali, come quella di cacciare i chierici che dopo una prima prebenda non si ravvederanno e continueranno una vita irregolare e scandalosa o tutti coloro che non osserveranno il sesto comandamento (non commettere adulterio). Ed è proprio in quello che ci hanno messo dentro anche l'omosessualità.

Sul fronte irlandese, i vescovi, dopo aver pubblicamente chiesto perdono, invitano le vittime "ad impegnarsi con noi per vedere come possiamo aiutare coloro che sono stati abusati". Forse l'aiuto migliore questa Chiesa potrebbe darselo senza ricadere in un giustizialismo medievale anche verso i preti omosessuali e punendo seriamente i preti che si macchiano dell'orribile peccato di pedofilia.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: