Web serie gay trionfa in Vietnam

Una nuova serie a tematica LGBT sta ottenendo un notevole successo in Vietnam, paese abbastanza conservatore per quel che riguarda l’omosessualità.

My Best Gay Friends - web serie gay in Vietnam

Si chiama My Best Gay Friends ed è visibile su internet: si tratta di una web serie che presenta la vita e gli amori di un gruppo di giovani gay e lesbiche.

Il primo episodio della serie è stato visto da oltre un milione di persone da quando è stato caricato su YouTube nel 2012, numeri che sono sorprendenti per il fatto che i personaggi sono presentati in maniera normale e non macchiettistica come spesso avviene in quel paese. Spiega Dang Khoa, il ventunenne autore della serie:

Le immagini degli omosessuali in Vietnam sono molto negativa tanto che le persone hanno una percezione abbastanza brutta della comunità lgbt. La mia vita mi sembra molto normale. Per questo ho voluto presentare immagini della vita reale di noi omosessuali vietnamiti a tutti, sì che si possa cambiare il modo in cui siamo visti.

Questa scelta di presentare la normalità dell’omosessualità ha portato a far sì che gli attori, tutti volontari, siano gay e lesbiche nella vita reale.

Nonostante la forte discriminazione presente nel paese, il Vietnam sta compiendo passi positivi, come la celebrazione del primo Gay Pride lo scorso anno, o l’annuncio da parte del Ministero della Giustizia che si sta studiando il riconoscimento delle nozze tra persone dello stesso sesso (progetto rimandato al prossimo anno). Al momento attuale, comunque, il Vietnam non riconosce alcun diritto alle coppie dello stesso sesso. E sebbene l’omosessualità non sia punita né lo sia mai stata, lo scorso anno è giunta la notizia che una cerimonia simbolica di unione tra due uomini è stata bloccata dalla polizia e la coppia è stata multata con duecentomila dongs (poco più di sette euro – lo stipendio minimo in Vietnam è di circa settantatré euro al mese).

Tornando alla web serie, a seguire trovate il primo episodio sottotitolato in inglese.

Via | Dos Manzanas

  • shares
  • Mail