I matrimoni gay aspirano ai benefici statali, parola di Sue Everhart

Per Sue Everhart, presidente del partito repubblicano in Georgia, i matrimoni gay potrebbero portare a delle truffe. Perché quelli etero no?

Io vi dichiaro marito e marito

Sue Everhart, presidente del Partito Repubblicano in Georgia, ha sentito il bisogno di avvertire i suoi elettori: il matrimonio gay potrebbe portare a frodi. Ha anche spiegato il perché in un'intervista rilasciata al quotidiano la Marietta, sabato scorso, dichiarando:

Mi metterò nei guai per questo, ma non è naturale per due donne o due uomini essere sposati. Se fosse naturale, avrebbero gli strumenti per una relazione sessuale.

Quindi spiega il suo punto di vista:

Puoi essere più etero di chiunque ed avere un amico ugualmente etero, ma cosa ti proibisce di dire che sei gay e di sposarti con lui solo per ottenere i benefici statali? Ci saranno così tanti abusi che è impensabile. Marito e moglie devono essere un uomo e una donna, e i benefici dovrebbero essere per uomo e donna. Non c’entra nulla l’uguaglianza. Per me si tratta solo di un giro gratis.

A prescindere che l'esergo "mi metterò nei guai per questo" somiglia al classico anticipo: "non ti arrabbiare" di rivelazioni irritanti. Nessuno ha avvertito Sue Everhart che in America potrebbero esserci coppie etero disposte a sposarsi per la stessa ragione? Il riconoscimento che anche un partner omosessuale possa godere di diritti normalmente riconosciuti all'interno del matrimonio classico, come l'assicurazione sanitaria, le esenzioni fiscali del caso, di cui alcune legate ai figli, o i diritti correlati alla legge di successione.

Secondo l' Huffington Post:

teoricamente è possibile che uno scenario del genere possa accadere, ma non vi è alcuna prova di frodi diffuse in seguito all'adozione del matrimonio gay in nove stati e nel Distretto di Columbia. Anche se fittizio, la premessa del 2007 è il film di Adam Sandler “Io vi dichiaro marito e marito”.

Nel film una coppia di amici si sposa per finta per ottenere benefici fiscali.

  • shares
  • Mail