Celebre neurochirurgo americano paragona l’omosessualità alla pedofilia e alla zoofilia

Benjamin Carson, famoso neurochirurgo del Johns Hopkins di Baltimora (nel Maryland), ha paragonato l’omosessualità alla pedofilia e alla zoofilia. Per questo motivo gli studenti dell’Università Johns Hopkins gli hanno chiesto di non tenere il discorso per le lauree, come previsto dal programma.

Celebre neurochirurgo americano paragona l’omosessualità alla pedofilia e alla zoofilia

Benjamin Carson (in foto) è molto noto per essere stato il primo neurochirurgo a separare con successo, nel 1987, due gemelli siamesi uniti attraverso la testa (su questa storia si incentra anche il bel film del 2009 Gifted Hands. Il dono di Thomas Carter con Cuba Gooding Jr.). A livello politico, però, la sua visibilità mediatica ha avuto un’enorme crescita lo scorso febbraio quando, dinanzi a diversi politici conservatori, criticò fortemente le politiche sociali e le posizioni in materia di sanità pubblica dell’amministrazione Obama. Agli inizi di marzo, poi, ha comunicato la sua intenzione di abbandonare la neurochirurgia lasciando intendere che si dedicherà alla politica.

Intervistato da un programma della catena Fox News, gli è stato chiesto un parere sul matrimonio tra persone dello stesso sesso. Questa la sua risposta:

Secondo me il matrimonio è solo tra un uomo e una donna. Si tratta di un pilastro fondamentale e ben solido della società. E nessun gruppo, sia esso di omosessuali, della NAMBLA [sigla per l’Associazione Nordamericana dell’Amore tra Uomini e Bambini, che è un’organizzazione di pedofili, ndr] o di quelli che professano la zoofilia potrà mai cambiare tale definizione.

Le reazioni delle associazioni di difesa dei diritti LGBT sono state immediate come immediata è stata anche la richiesta da parte dei comitati studenteschi della Johns Hopkins di sollevare Benjamin Carson dal tenere il discorso previsto nella cerimonia di laurea.

Abbiamo il massimo rispetto per i successi del dottor Carson e difendiamo il suo diritto a esprimere pubblicamente le sue opinion politiche. Tuttavia, riteniamo che quanto da lui affermato sia incompatibile con i valori della Johns Hopkins nonché profondamente offensivo per molti studenti.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: