Florence Nightingale, la prima infermiera moderna

Prima di lei e della sua coraggiosissima rivoluzione in campo ospedaliero, non esisteva la figura professionale dell'infermiera.Un cambiamento epocale che cambiò per sempre il volto dell'assistenza negli ospedali.

Florence Nightingale

Il nome di Florence Nightingale ha ormai per noi il suono chiaro e cristallino della leggenda. Quella sua abnegazione caparbia che nasceva, non dimentichiamolo, da un temperamento ostinato e ribelle, ha per decenni ispirato libri, trattati e film. Considerata la fondatrice della scienza infermieristica moderna, la Nightingale nacque a Firenze nel 1820 (da qui il nome Florence) e fin da subito dimostrò un'intelligenza vivace e poco convenzionale.

Figlia di un ricco medico inglese, la donna rifiutò diverse proposte di matrimonio, preferendo dedicarsi anima e corpo alla cura degli ammalati. Nel 1854, sfidando le ire della famiglia che avrebbe voluto per lei un ruolo più tradizionale di moglie, madre e squisita padrona di casa, Florence Nightingale partì a vele spiegate per la Crimea per curare i soldati britannici. Il suo nome iniziò così a riempire i quotidiani di tutto il mondo e la sua fama a crescere a dismisura, tanto da meritarsi, prima donna nella storia, l'ordine al merito del Regno Unito.

Oggi studiosi e critici indagano (inevitabilmente) anche aspetti meno noti della sua vita privata, gettando nuova luce sul suo probabile amore per la bellissima cugina, Marianne Nicholson. Un'attrazione, quella per le persone del suo stesso sesso, confermato di recente anche da Martha Vicinus, curatrice delle tante lettere che l'instancabile Nightingale scrisse nel corso della sua lunga, singolare vita.

Via | News.bbc

  • shares
  • Mail