A Pisa un corso di formazione sulla memoria lgbt

“Senza memoria, Diritti più lontani!” è il tema del corso di formazione per volontarie e volontarie organizzato a Pisa dagli Archivi della Storia e della memoria LGBTQ.

A Pisa un corso di formazione sulla memoria lgbt

Il prossimo 12 aprile inizierà a Pisa un corso di formazione per volontarie e volontarie sul tema Senza memoria, Diritti più lontani!. Il corso è organizzato dagli Archivi della Storia e della memoria LGBTQ, progetto nato nel 2006 dalla sinergia di Arcilesbica Pisa con Omofonie.it e Casa della Donna e dal finanziamento di Cesvot Percorsi di Innovazione. Il sito Omofonie.it è online da oltre sette anni grazie anche alla collaborazione della Fondazione Sandro Penna per “creare un sito dedicato esclusivamente alle fonti per la storia del movimento e del pensiero omosessuale”

Il corso di formazione – completamente gratuito e aperto a chiunque voglia prenderne parte (previa iscrizione entro il 9 aprile) – ha un duplice scopo:

Il primo scopo del corso è creare un gruppo di volontar* che, sotto la iniziale supervisione della redazione di Omofonie.it, siano in grado di gestire il futuro centro di documentazione e l’archivio web.

Il secondo intento

è quello di creare un luogo di aggregazione e di scambi di saperi e conoscenze, dove sia possibile riaprire il dibattito da tempo sopito sulle nostre produzioni culturali, sui nostri centri di documentazioni e sulle biblioteche che conservano un patrimonio inestimabile ai più sconosciuto.

Gli incontri di formazione inizieranno, come dicevamo il 12 aprile con l’intervento di Vinzia Fiorino su Le categorie di genere e sesso tra storia culturale e storia sociale. Seguiranno Domenico Rizzo che parlerà de I movimenti omosessuali dal secondo dopo guerra a oggi (20 aprile); Laura Schettini si soffermerà su Il travestitismo tra repressione, scienza e ribellione sociale (10 giugno) e Identità transgender e movimento transessuale sarà il tema affrontato da Porpora Marcasciano (8 giugno).

In mezzo anche due incontri squisitamente tecnici: il 10 maggio Claudia Giardi illustrerà i metodi di archiviazione mentre il 18 maggio alcuni elementi di biblioteconomia di base saranno presentati da Simona Turbanti.

  • shares
  • Mail