Nudo maschile: la sottile linea di demarcazione tra erotismo e pornografia gay

I disegni di Loran, alias Lorenzo Ridolfi

Loran, alias Lorenzo Ridolfi, è un lettore affezionato di Queerblog e, prima di tutto, è un bravissimo pittore che dipinge, tra gli altri temi, corpi maschili intrecciati e nudi. A proposito di questi suoi soggetti, Loran afferma:

“Considero [il nudo maschile] inscindibile dalla mia sessualità, nel senso che quando io dipingo un corpo maschile l'opera è anche espressione del mio essere omosessuale, ma dipingo anche altri temi a cui sono interessato”.

Ultimamente i suoi disegni erotici girano per il web ed esprimono passione, sensualità ed erotismo. Alcune immagini sono lì lì per essere pornografiche e allora abbiamo fatto quattro chiacchiere con Loran sia sui suoi disegni, sia sulla differenza tra erotismo e pornografia. Nella gallery potete vedere alcune realizzazioni di Loran (attenzione: alcune immagini potrebbero essere considerate “per adulti”).


I disegni di Loran, alias Lorenzo Ridolfi
I disegni di Loran, alias Lorenzo Ridolfi
I disegni di Loran, alias Lorenzo Ridolfi
I disegni di Loran, alias Lorenzo Ridolfi

Un corpo maschile nudo: quando è un'immagine erotica e quando è porno?
Per me la differenza sta nella ricerca dei contenuti e nell’utilizza che l’autore vuole fare dell’immagine, in genere nella pornografia è presente solo uno scopo commerciale raggiunto attraverso l’eccitazione sessuale di chi guarda l’immagine.

Il nudo maschile: quanto è bello e quanto invece è solo sfruttamento?
A mio parere parlando di bellezza oggettiva, un nudo maschile è bello quanto uno femminile, lo sfruttamento esiste quando con il nudo si vuole vendere un prodotto sfruttando il richiamo della sessualità, come nella pornografia o nella pubblicità.

I tuoi disegni rappresentano spesso scene di sesso tra uomini: come nasce un tuo lavoro?
Un disegno nasce in genere da un idea, o da una mia fantasia, a volte anche da un immagine vista, poi c’è la ricerca nello stile nel rappresentarle. Illustro anche brevi racconti erotici come ad esempio nel blog Maschi per Maschi allora in quel caso parto dalle parole scritte e cerco di rappresentare le scene descritte.


I disegni di Loran, alias Lorenzo Ridolfi
I disegni di Loran, alias Lorenzo Ridolfi
I disegni di Loran, alias Lorenzo Ridolfi
I disegni di Loran, alias Lorenzo Ridolfi

In un'intervista, hai detto che i tuoi personaggi sono senza pupilla perché così possono esprimere meglio l'aspetto riflessivo: per un artista come te, e per i tuoi disegni erotici, quanto è dovuto alla riflessione e quanto all'immediatezza (dell'eccitazione, se vuoi)?
L’eccitazione è il punto di partenza che poi rimane per tutto il tempo della rappresentazione del disegno, la riflessione poi si aggiunge nel corso del lavoro con la ricerca dello stile e nel rendere una gioiosità nel sesso e nella sessualità che è il messaggio di fondo che cerco di inviare attraverso i miei disegni.

Quando realizzi un'immagine, pensi anche al fruitore oppure segui quello che ti frulla per la testa?
Penso al fruitore soltanto quando faccio disegni su commissione ma sempre mantenendo il mio stile e una mia scelta nella rappresentazione, altrimenti seguo le influenze del momento come un immagine vista, o un libro che ho letto.

Il quadro più particolare che hai realizzato è stato...
Per i quadri (io dipingo anche su tela) la particolarità sta più nella tecnica del dipingere un fondo e poi creare l’immagine togliendo il colore, mentre nei disegni quelli più particolari sono quelli dove mi è stato chiesto di rappresentare scene di sesso sado-maso che sono l’opposto della mia visione della sessualità e di quello che voglio dire nel rappresentarla.


I disegni di Loran, alias Lorenzo Ridolfi
I disegni di Loran, alias Lorenzo Ridolfi
Loran, Due
Loran, Nijinsky
  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: