Individuato l'admin della lista con i nomi degli studenti gay del liceo Asproni

La Polizia Postale ha individuato l'admin della pagina Facebook che metteva alla berlina gli studenti gay del liceo Asproni di Nuoro.

Individuato l'admin della lista con i nomi degli studenti gay del liceo Asproni

Abbiamo già dato la notizia della sorta di lista nera online che ha investito il liceo di Nuoro, Asproni, noto per la sua didattica. Considerato in città un punto di riferimento di eccellenza nello studio e pensiero libertario. La polizia postale è riuscita risalire al nome dell'admin.

Dopo l'apparizione della lista di nomi di studenti gay dati in pasto al web nella pagina “Spotted: Asproni Nuoro”.
L'ex studente dell'istituto, che adesso è stato individuato, subito prima di chiuderla, ha mostrato la scritta:

Sono il fondatore della pagina. Ho fatto l’errore di lasciare questa pagina in mano a due admin e quello che è successo lo sapete tutti. Questa pagina nasce con un intento diverso da quello di offendere il prossimo.

Non è ancora chiara la dinamica e quante persone siano coinvolte in quest'outing a mezzo Facebook che ha registrato però, una buona reazione dell'istituto. Non solo si è immediatamente mostrata solidarietà agli allievi che avevano subito un attacco alla privacy, ma il preside Antonio Fadda ha organizzato una manifestazione.

In una nota, Flavio Romani, presidente dell'ArciGay, ha espresso il suo ringraziamento:

Alla polizia postale e alla Squadra mobile coinvolte nelle indagini va un plauso e un ringraziamento per la rapidità e l’accuratezza nelle indagini. Va inoltre ricordata la gestione perfetta dell'episodio dal parte del preside dell'intero istituto, che ha reagito velocemente e in maniera compatta con una manifestazione di solidarietà agli studenti vittime dell'outing on-line.

Generalmente i crimini omofobi che si ascrivono al bullismo scolastico sono superficialmente catalogati come “ragazzate”. Al contrario l’omofobia è una piaga sociale che genera violenza e sofferenze pari al razzismo.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: