Boy George esce di galera

Scarcerato per buona condotta. L'ex leader dei Culture Club, Boy George, grazie alla sua condotta esemplare potrà lasciare il carcere di Edmunds Hill a Suffolk. Boy George potrà così tornare a casa dopo una detenzione che durava dal 19 gennaio e che avrebbe dovuto scontare per 15 mesi complessivi, reo di aver sequestrato un ragazzo norvegese, il gigolò Audun Carlsen, che lo aveva accusato di violenze sessuali e maltrattamenti.

Libero, Boy George avrà solo l'obbligo di indossare il famigerato braccialetto elettronico e fare il bravo ragazzo, rincasando in determinate ore stabilite dal giudice.

Cronache rosa e con un pizzico di strisciante omofobia, raccontano inediti sulla carcerazione di Boy George. Pare che nello stesso carcere fosse ospite anche Jack Tweed, l'ex sposo di Jade Goody, la ragazza ribelle che salì agli onori delle cronache dopo la sua partecipazione a Celebrity Big Brother riuscendo a mettere in crisi i rapporti diplomatici tra il Regno di Elisabetta e l'India.

Successivamente, alla sfortunata ragazza, le venne diagnosticato un tumore e Jade usò quella tragedia per entrare nelle case e nel cuore degli inglesi che le tributarono successo e gloria. Prima della sua tragica scomparsa, avvenuta il 22 marzo scorso, Jade Goddy, era riuscita a mettere insieme un patrimonio di circa 3 milioni di sterline.

Secondo il tabloid inglese Sun, Jack Tweed, che si è sempre barcamenato sul filo della legalità, si trovava nello stesso carcere di Boy, condannato a tre mesi per aver aggredito un tassista. Il ragazzo, a quanto pare era spaventato di poter incontrare l'artista nudo nelle docce e per tre volte se l'é data a gambe levate. A suo beneficio, Tweed dice di essere cresciuto con la musica dei Culture Club ma, al di là di ogni possibile e illazione, qualcuno avrebbe potuto tranquillamente suggerire a Jack che da sempre e sempre più spesso sono le persone omosessuali a dover scappare dalle violenze omofobe. Tutt'al più, Boy George, gli avrebbe potuto intonare Do you really want to hurt me. Di certo, la liberazione di Boy George, dopo solo 4 mesi di carcere, sta facendo discutere molto i bloggers inglesi, amanti o detrattori della ex pop star.

Cicciottello e con un pizzetto che molto somiglia all'ex Genesis, Peter Gabriel, ora Boy George, potrà meditare sulla vicenda; lasciar perdere qualche gigolò in cerca di notorietà, farsi meno, e magari tornare ad essere il genio della synthpop a cui ci aveva deliziosamente abituati. Anche senza le treccine alla Lena Lovich.

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: