Gran Bretagna: gli omofobi non sono graditi. Parola del governo

La segretaria di Stato agli Interni del Regno Unito, Jacqui SmithFin dal 2005 la Gran Bretagna può vietare l'entrata nel Paese a quanti promuovono odio, violenza oppure svolgono gravi attività criminali. Si tratta di persone non gradite per via delle loro dichiarazioni razziste ed estremiste oppure di persone che incitano a non rispettare l'omosessualità.

Così la segretaria di Stato agli Interni, Jacqui Smith, “nell'interesse pubblico” ha reso nota la lista delle persone non gradite, sottolineando che entrare in Gran Bretagna dovrebbe essere un privilegio. Così accanto ad estremisti di varie tendenze politiche, troviamo anche un pastore della chiesa battista statunitense e sua figlia, riconosciuti attivisti contro l'omosessualità.

Una lista del genere in Italia creerebbe un fuggi fuggi generale, a partire da alcuni ben noti compatrioti.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: