Discoteche e Chat gay: luoghi friendly o confinati?

discoteca_gay Più volte discutevo con Sofia, la mia amica più cara, sulle differenze tra etero e gay nel trovare un compagno. Quando andavo a ballare in qualche locale o entravo online in qualche chat, lei storceva il naso. Sapeva che spesso mi imbattevo in fuochi di paglia, persone che si dipingevano per altro o mi imbattevo in pomiciate da una serata e via. Il giorno dopo si ricominciava tutto dall'inizio: chi avevo conosciuto in discoteca, difficilmente era interessato ad una frequentazione seria. Il più delle volte cercavano divertimento e avventure poco impegnative. E non era solo lei, perchè spesso altre persone che conoscevo scuotevano la testa: loro non frequentavano "questi ambienti" o le chat.

Sofia cercava quindi di convincermi a non imbattermi più in queste strade, bensì ad aspettare ed attendere di trovare la persona che cercavo. Forse credeva in qualche destino già scritto o nelle casualità che la vita spesso si diverte a creare. Ma io non ero convinto. In quei mesi, la solitudine, dopo una storia di due anni che mi aveva fatto soffrire molto, era troppo forte per non cercare ( disperatamente?) un palliativo. Spesso però era la cura meno indicata, perchè sprofondavo sempre più nella certezza che non avrei trovato più qualcuno con cui costruire qualcosa di serio. Fortunatamente mi sbagliavo.

Non ho conosciuto il mio attuale ragazzo in chat o in discoteca, ma non mi pento di aver utilizzato quei metodi per conoscere qualche "meteora". Le spiegavo che nel nostro mondo, sopratutto in questo società spesso non così aperta, difficilmente avrei potuto incontrare qualcuno mentre ero al supermercato a fare la spesa e le nostre mani, accidentalmente, si posavano sulla stessa confezione di fagiolini Borlotti. Pure lei si lamentava di questa cosa, ritenendo ingiusto che vi fossero locali precisi in cui potersi incontrare: sarebbe stato più bello una discoteca "mista", con possibilità sia di persone etero che di persone gay, senza questa recinzione quasi imposta. Trovava questi locali quasi più "razzisti" che "friendly". E voi? Anche voi avete utilizzato questi metodi per cercare la persona "giusta"? Disco pub e chat? Oppure siete della filosofia di Sofia e ritenete che quando meno te lo aspetti accadrà?

Foto | Savv

  • shares
  • Mail
17 commenti Aggiorna
Ordina: