Over the rainbow, il documentario sull’omogenitorialità: parlano le protagoniste

Del documentario sulla genitorialità lesbica Over the rainbow vi abbiamo più volte parlato. Come vi avevamo già detto la prima nazionale verrà proiettata all’interno del programma del Tekfestival. Nel ricordarvi questo interessante appuntamento, abbiamo intervistato le protagoniste del documentario, ovvero Marica Pierdicchi e Daniela Bellisario (insieme nella foto), la coppia che sta tentando da diverso tempo di avere un figlio con l’inseminazione assistita all’estero. Ci hanno spiegato il perché di questo documentario e insieme a loro abbiamo cercato di approfondire questo tema ancora poco dibattuto in Italia.

Se una lesbica italiana vuole un figlio, da sola o in coppia, cosa può fare in un paese dove c'è una totale vacatio legis in proposito?
Il desiderio di maternità è talmente profondo ed intimo che quando lo percepisci non pensi alle difficoltà legate alla sua realizzazione che diventa, quindi, paradossalmente secondaria. La consapevolezza di un figlio che nasce in una situazione diversa, né migliore né peggiore, solo diversa, permette quindi al singolo individuo o alla coppia di cercare il percorso più idoneo e più confacente al proprio sentire, la strada più giusta. La aberrante e totale mancanza di leggi in questo contesto ci ha portato ad organizzarci con dei contratti e quindi a regolamentare tra di noi il nostro sentire, i doveri ed i diritti. Pur sapendo che i nostri accordi non hanno un importante valore legale, questo ci consentirà, in caso di litigi o perdita del genitore non biologico, di dare al nostro "futuro" figlio la continuità affettiva e la sicurezza che, insieme o separate, ci prenderemo cura di lui. Ci siamo rese disponibili a raccontare la nostra storia in un documentario nella speranza di alimentare il dibattito sul tema dell'omogenitorialità e sulla sua mancanza di regole, anche perché crediamo che la visibilità possa aiutare a crescere e convivere meglio tutti insieme.

Quanto è difficile e costoso per due donne italiane ricorrere all'inseminazione artificiale?
I costi sono equivalenti a quelli di una coppia eterosessuale che ha problemi di sterilità (pur non essendo sterile) e quindi deve ricorrere alle tecniche di procreazione assistita. Qui entra in gioco la famigerata legge 40, una legge contro il corpo delle donne, una legge che penalizza le persone sterili e gli omosessuali, una legge che non valorizza i nostri medici e le strutture sanitarie, una legge che aumenta la divisione tra chi è ricco e chi è povero sul desiderio più comune tra gli individui che è quello di procreare.

Come avete scelto la clinica e il paese a cui rivolgervi fra le migliaia in tutta Europa e nel mondo?
Ci siamo affidate un po’ all'istinto e un po’ all'esperienza di altre persone, informandoci tramite i blog, i siti, su consiglio dei medici e confrontandoci con persone che avevano già fatto quest'esperienza.

Cosa rispondete a tutti coloro che, anche all'interno della comunità glbt, sostengono che un figlio debba avere un padre e una madre? E che due donne o due uomini che insistono ad avere un figlio compiono un atto di egoismo?
Che dovrebbero fare un percorso per liberarsi dalla loro omofobia, sia sociale che interiorizzata.

Come è nata l'idea del documentario e come pensate di distribuirlo?
L'idea del documentario è nata casualmente, ci ha contattato una produzione di Bologna che aveva questo progetto, ne abbiamo parlato insieme, ci è sembrata una buona occasione per affrontare questo tema pubblicamente e ci siamo rese disponibili. Sappiamo che Over the rainbow è stato acquistato da Rai3 in una versione ridotta e che andrà in onda questa estate, inoltre la produzione sta pianificando una serie di appuntamenti nei cinema e presso le associazioni GLBT nelle città italiane. La prima nazionale sarà a Roma il 7 maggio alle ore 20.30 al Nuovo Cinema Aquila all'interno del Tekfestival.

Vi sentite supportate dalla comunità glbt?
Ci sentiamo sostenute in gran parte da tutte quelle persone che vivono serenamente la loro identità, dall'associazione Famiglie Arcobaleno e dai nostri più cari amici/e.

L’appuntamento per vedere Over the Rainbow è giovedì 7 maggio alle 20.30 al Nuovo Cinema Aquila di Roma all'interno del Tekfestival. Noi di Queer ci saremo.

  • shares
  • Mail
37 commenti Aggiorna
Ordina: