Carly Rae Jepsen si esibisce a un festival gay dopo aver snobbato i Boy Scouts

Non erano state solo parole di circostanza quelle espresse da Carly Rae Jepsen nel rifiutare di partecipare alla kermesse dei Boy Scouts of America. La cantante continua a sostenere i diritti gay partecipando a un festival lgbt in California.

Carly Rae Jepsen si esibisce a un festival gay dopo aver snobbato i Boy Scouts

Carly Rae Jepsen continua a sostenere il mondo lgbt e lo fa anche con gesti concreti. Dopo aver rifiutato di partecipare all’annuale festa dei Boy Scouts of America per via della loro politica discriminatoria e anti gay, ora conferma la sua presenza al White Party T-Dance, che si terrò a fine mese in California. Insieme a lei saliranno sul palco, tra gli altri, Ana Matronic, Alexis Jordan, Carmen Electra e Icona Pop, entre otras.

Dopo aver realizzato un video tanto gay frienldy come Call Me Maybe c’era da aspettarsi che Carly Rae Jepsen avesse ben chiari i suoi principi e il suo pubblico. Del resto la stessa cantante aveva ribadito la sua posizione nel dire no al party dei Boy Scout. Il suo rifiutò è arrivato via Twitter. Prima ha cinguettato che

Da artista che crede nell’eguaglianza di tutte le persone, non parteciperò all’evento della Boy Scout of America quest’estate.

E poi ha aggiunto:

Ho sempre sostenuto e continuerò a sostenere la comunità LGBT a livello globale.

Via | Pink News
Foto | Getty

  • shares
  • Mail