Cowboy’s Night a Genova

Non c’è dubbio alcuno sul valore e la dignità che un film bellissimo come Brokeback Mountain ha restituito all’amore gay, soprattutto dopo anni di macchiette nel cinema. Ho spesso l’impressione che abbia fatto, politicamente e socialmente, più il film di Ang Lee per la comunità omosessuale sull’immaginario collettivo che non tanti altri personaggi gay reali che animano la nostra televisione.

A maggior ragione quindi i cowboy, oggi più che mai, sono diventati per la comunità glbt un’icona. Già, devo dire, l’idea del toro meccanico, degli stivaloni, dei cappelli, degli speroni, dei gilet di pelle hanno non poche affinità con le passioni Uniform di alcuni gay. Poi è arrivata Madonna con la sua Don't Tell me, e il mondo queer è letteralmente impazzito: tutti a ballare con cappelloni, magari rivisitati con paillettes e colori sgargianti, jeans filo-culo e gilet. Ne vediamo sempre tanti ai Gay Pride, spesso seminudi per far vedere i muscoli.

Non a caso le feste con questa tema non mancano mai e solitamente è una di quelle poche ambientazioni che trovano il riscontro sia di gay che di lesbiche. So a questo proposito che domani sera quelli del Disegual di Genova hanno unito tutto questo e ci hanno aggiunto anche un drag show, per una vera e propria Cowboy’s Night con cena, drag show e discoteca. Tutto naturalmente in costume, presso il locale Seven Days. Se siete da quelle parti io ci farei un salto. Anzi, nel caso mandateci le foto. Con l’occasione vi ricordo che il 27 giugno a Genova c’è il Gay Pride. Scommetto che noi di Queer ci saremo.

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: