Brescia: niente anagrafe per le coppie gay, Maroni che dice?

Un'interrogazione parlamentare al ministro dell'Interno Roberto Maroni, per capire il motivo che spinge l'amministrazione comunale di Brescia a rifiutare la domanda di una coppia gay che vuole iscriversi come "famiglia anagrafica", certificando la propria convivenza, secondo la legge vigente.

La deputata del Pd Paola Concia ha presentato l'interrogazione per capire l'orientamento del ministro di fronte all'evidente violazione della legge.

Carlo e Simone, come vi avevamo raccontato, avevano reso pubblica la loro vicenda nella speranza di vedere finalmente riconosciuti almeno quei pochi diritti che lo stato italiano attribuisce alle coppie dello stesso sesso.

  • shares
  • Mail