Turchia: ancora una trans uccisa ad Ankara


Non si arresta l'ondata di omicidi all'insegna dell'omofobia e della transfobia in Turchia. L'ultima vittima è una trans, morta sabato 11 dopo una violenta aggressione subita in casa propria ad Ankara. Le associazioni lgbt turche denunciano il clima violento in atto nel paese e l'alto grado di impunità di cui godono gli aggressori.

Spesso, infatti, anche se il colpevole viene individuato - e non è sempre così anche per l'indolenza della polizia - può approfittare di alcune attenuanti come la "provocazione sessuale" che spesso viene tirata in ballo quando la vittima è gay o trans.

In più le trans ultimamente subiscono anche una forte discriminazione sociale: hanno difficoltà a trovare lavoro e non sono accettate nella vita quotidiana e sono costrette alla prostituzione. La conseguenza è che la loro vita non vale nulla ed è sempre più in pericolo.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: