Justin Verlander si augura che ci siano dei coming out nel suo sport, il baseball

Justin Verlander si augura che ci siano dei coming out nel suo sport, il baseball

Justin Verlander, lanciatore dei Detroit Tigers della Major League Baseball degli Stati Uniti d’America, si unisce alla schiera di quei sportivi che appoggiano pubblicamente l’uguaglianza nel mondo dello sport e non solo.

In un recente intervento sulla CNN, Verlander ha affermato che non avrebbe problema alcuno dinanzi al coming out di un suo compagno di squadra. Secondo Justin Verlander, infatti, nella Major League Baseball ci sono diversi giocatori omosessuali, sebbene finora non abbiano fatto coming out.

Justin Verlander si augura che ci siano dei coming out nel suo sport, il baseballUna cosa normale, del resto, come sottolinea lo stesso lanciatore:

Sono certo della presenza di giocatori omosessuali. Purtroppo, come in ogni altro sport, i giocatori omosessuali sono restii a fare coming out, ma di certo ce ne sono.

E ha aggiunto:

Nella mia squadra un giocatore non dovrebbe aver paura di dichiararsi omosessuale. Siamo in venticinque, una specie di famiglia, con l’obiettivo di vincere. L’orientamento sessuale di ognuno è irrilevante ai fini della vittoria sul campo.

Negli Stati Uniti – ma anche in altre parti del mondo – sempre più sportivi eterosessuali si dicono ben disposti verso i giocatori omosessuali e un eventuale loro coming out. Sono senza dubbio ottimi incentivi per quanti sono gay e vivono nel timore di essere “scoperti”. A fronte di tale sostegno, i giocatori omosessuali che hanno fatto coming out sono pochi. Ognuno ha i propri tempi che vanno rispettati pienamente, anche se crediamo che un atto di coraggio sia necessario. Fare coming out è difficile per tutti, non solo per i vip.

Via | Towleroad
Foto | Getty

  • shares
  • Mail