Luxuria uomo dell'anno per Libero

Sulla falsariga dell'iniziativa della rivista americana Time di eleggere a fine dicembre il personaggio più rappresentativo dell'interno anno, portata avanti da 83 anni a questa parte, il quotidiano Libero ha proclamato due giorni fa il suo personaggio del 2006 per l'Italia. La notizia è stata annunciata così da aparte della redazione:

Ieri ci siamo chiesti a chi avremmo potuto assegnare la palma di personaggio più rappresentativo di questo 2006 italiano che volge a conclusione. Il premio non è una novità, né per noi né per altri giornali.

Il Time quest'anno ha proclamato un vincitore inusuale, collettivo, ovvero l'insieme degli utenti di internet e il quotidiano italiano evidentemente non è voluto essere da meno in fato di arguzia. E Libero, volendo forse fare una provocazione, ha proclamato "uomo" dell'anno Vladimir Luxuria. Queste le parole del quotidiano:

L'uomo dell'anno 2006 non è un uomo, o almeno non si presenta come tale. È Vladimir Luxuria, al secolo Vladimiro Guadagno, 41 anni, esponente di Rifondazione comunista, transgender per sua stessa ammissione. Ce ne rendiamo conto, siete un po' perplessi.

Noi di Queerblog non siamo affatto perplessi, siamo anzi fieri di questo titolo e di questa copertina. Non c'è molto di cui essere perplessi: uomini gay, donne lesbiche, transessuali e transgender sono una parte della società italiana, una parte attiva, importante, che fa sentire la propria voce, che vive, ama, lavora e paga le tasse e rivendica con forza, con passione e con orgoglio pari diritti. E ci piace pensare che quest'anno è stato anche nostro, ci piace vedere Vladimir in copertina e nutriamo grandi aspettative per il 2007 che fra qualche giorno festeggieremo.

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: