L'Uganda accusa l'ONU di diffondere l'omosessualità

James Nsaba Buturo, ministro ugandese per l'etica e l'integritàJames Nsaba Buturo (in foto) è il ministro per l'Etica dell'Uganda. In questa veste ha accusato alcuni Paesi dell'ONU di voler diffondere l'omosessualità nel mondo. Il ministro ha dichiarato:

“Alle Nazioni Unite, sono in corso tentativi da parte di alcuni paesi di imporre l'omosessualità agli altri come noi. Abbiamo saputo che vogliono far passare sottobanco delle disposizioni sull'omosessualità. Abbiamo appreso delle nostre fonti che alcuni vogliono utilizzare questa conferenza per proteggere gli omosessuali”.

Giusto per fare chiarezza, Buturo ha affermato che l'omosessualità è “contro-natura, anormale, illegale, pericolosa e sudicia”. James Nsaba Buturo non è nuovo a queste affermazioni. Qualche tempo fa, nel proporre una legge che riconoscesse come criminali chi si definiva gay o lesbica, aveva dichiarato:

“Il nostro benessere morale è messo alla prova e noi siamo preoccupati per il proliferare di lesbiche e omosessuali. Dieci anni fa, questo fenomeno non esisteva, ma la malattia si è infiltrata ovunque”.

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: