Pesce d'aprile: la giornata dei falsi allarmismi?

Drizzate le orecchie! Oggi è il 1 aprile. Se qualcuno sta annuendo e pensa "E' il compleanno di Simona Ventura!" ha ragione ma poco c'entra. Oggi è il giorno ufficiale per gli scherzi bastardi. Oggi tutti possono dire o fare qualcosa di sordido. Poi potranno sorridere ed esclamare " Pesce d'aprile!" unito ad un sorriso gengivoso. E tu non potrai incazzarti perchè rischieresti di passare per permaloso. Potrebbe però essere terapeutico per un finto "Coming out" per vedere la reazione. Qualcosa come: " Papà sono gay!" e quando il vostro genitore sbianca e sbarra gli occhi, si può sempre aggiungere " Scheeeeerzooooo!!!"

Istruzioni per l'uso: rilanciare. Sempre. Se vi chiama il vostro ragazzo o la persona che amate, in lacrime, diffidate. Se vi giura di essere in ospedale, pretendete di parlare con il primario. Se vi dicono che la vostra casa sta bruciando, sorridete e consigliategli di non preoccuparsi e che siete voi che state facendo un barbecue. Se il ragazzo con cui state vi confessa che pensa di lasciarvi, assecondate la sua opzione e poi salutatelo dicendo di essere in ritardo per uscire con tale Mandingo. Se la vostra amica vi chiama ammettendo di essere incinta, proponete un trasferimento di chiamata con i suoi genitori.

Insomma, in certi casi si deve essere pronti di riflesso. Sopratutto oggi. Lo dico perchè io, automaticamente, ogni anno ci casco come un cretino. Mi dimentico nel corso della giornata e seguono una serie di allarmismi non da poco.

Ma purtroppo a volte, il pesce d'aprile non lo è proprio: anni fa, il mio ragazzo di allora mi aveva detto ( all'ultimo momento) che non ci saremmo potuti vedere per andare a cena fuori. " Sono stanco" disse. Bene, ho annuito, serafico e mi sono vestito da gran figheria. Quando alle 21 l'ho chiamato per chiedergli dove fosse, mi ha risposto " Sul divano a vedere Grease". Sotto, Olivia Newton John miagolava con le amiche, parlando di Danny Zucco.

Inutile sottolineare quanto mi girassero gli attributi in quel momento. Fu inutile spiegargli che tutte le notizie negative, il 1 aprile, non vengono prese sul serio. Litigammo, ma nemmeno quella ormai era una novità. E voi? Indifferenti al 1 aprile e poi spesso cadete in trappola? Oppure siete tra quelli che pensano che sia ancora divertente fare questi scherzi? Ma sopratutto, vi è mai successo, tragedie vere a parte, di sperare, inutilmente. che qualcosa fosse davvero un pesce d'aprile?

Foto | Arturo de Albornoz

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: