La maggioranza dei cattolici statunitensi è pro nozze gay

La maggioranza dei cattolici statunitensi è pro nozze gay

Un sondaggio della Quinnipiac University, in Connecticut, ha messo in evidenza come la maggioranza assoluta dei cattolici statunitensi sia favorevole al matrimonio tra persone dello stesso sesso. I favorevoli alle nozze gay sono cresciuti di diversi punti percentuale: un simile sondaggio pubblicato a dicembre 2012, infatti, mostrava che il 49% dei cattolici USA era pro nozze gay e il 43% contrario. Gli ultimi dati, invece, mostrano che ben il 54% dei cattolici nordamericani è a favore del matrimonio per tutti e i contrari si sono ridotti al 38%.

Guardando invece alla situazione generale dei cittadini americani – non solo quelli di religione cattolica – i dati ci dicono che il 48% è a favore del matrimonio ugualitario e il 46% è contrario. Lo stesso campione, nel 2008 era molto diverso con il 55% dei contrari e solo il 36% favorevoli.

La distanza tra i cattolici americani e i loro vescovi è messa anche in evidenza da un altro dato interessante, soprattutto alla vigilia dell’apertura del Conclave, in calendario per il 12 marzo prossimo: ben il 52% dei cattolici statunitensi, infatti, ritiene che gli alti prelati (cardinali, vescovi e monsignori vari) siano sconnessi dalla loro visione della vita. Solo il 40% afferma che le gerarchie cattoliche americane si comportino bene.

Un dato questo – sia quello dei cattolici pro nozze gay che dello scollamento sempre più evidente tra vertici e base – che dovrà tenere senza dubbio presente il prossimo papa, chiunque esso sia.

Foto | Getty

  • shares
  • Mail