Nessun cambiamento nella politica USA verso i militari gay

Interruttore per essere gay e non gay a seconda dell'occorrenza, come vorrebbe il Don't ask, don't tell negli USARobert Gates, Segretario alla Difesa USA, intervistato da Fox News risponde alle iniziative che sorgono nel suo paese per contrastare il Don’t ask, don’t tell (Dadt) – il formale disinteresse sulla polarità sessuale delle truppe e la discrezione in materia obbligatoria dei militari adottata dal Pentagono nel 1993.

Egli sostiene che, pur essendo in corso un dialogo tra Casa Bianca e Dipartimento sulla Difesa su come abrogare il divieto, le discussioni finora non sono andate molto avanti. Infine, secondo Gates, l'amministrazione Obama “ha ben altre gatte da pelare” in materia di Difesa che non occuparsi della politica delle forze armate nei confronti dei militari omosessuali.

Ricordiamo che, secondo una stima statunitense, nelle forze dell’ordine americane tra gay e lesbiche raggiungono la cifra di sessantacinquemila unità.

  • shares
  • Mail