Come e quando fare coming out: le nostre esperienze

brindisi_ festa Il coming out è sempre visto come un passaggio delicato e importante nella vita di una persona. Ci si "accetta" e si intende condividere questa parte intima personale con gli altri. C'è chi comunque lo vuole dire solo ad alcuni amici o chi invece ne parla con tutti. Chi lo racconta alla propria migliore amica e chi ne parla anche con la portinaia. Dipende probabilmente dalla serenità e da come uno la vive.

Un mio amico lo racconta a tutti, fieramente. Ha deciso di fare il suo coming out ufficiale durante la festa del suo compleanno, con i suoi ex compagni di classe e amici vari. Al momento più odiato da tutti (" Discorso! Discorso!") si è alzato e dopo aver ringraziato tutti ha dichiarato: " Inoltre voglio dirvi che sono gay!". Narra che alla sua frase sia scattato un applauso, gente con gli occhi lucidi e qualcuno che addirittura si è alzato per abbracciarlo. Io l'ho sempre vista più come azione/reazione più adatta ad un ex alcolista che dichiara di aver chiuso con il Chianti.

Io personalmente l'ho raccontato una decina d'anni fa alla mia migliore amica e poi, lentamente, ho scelto le persone con cui avrei voluto condividere questo mio lato intimo. Non lo nascondo, ma nemmeno vado in giro per Milano con la maglietta " I'm gay... and you?". Diciamo che ne parlo, facendo una selezione delle persone con cui sento di voler parlare e raccontare della mia vita privata. Nessuno però, grazie al cielo, si è mai commosso tra i miei amici, quando ha saputo di me. Al massimo era curioso/a della cosa e chiedeva informazioni, ma non c'è stato alcun passaggio alla libro "Cuore".

Ai miei genitori invece non ho detto nulla, forse perchè ancora non lo vedo il momento giusto. Sono fidanzato da quasi cinque mesi e vorrei poterlo raccontare ai miei genitori quando ho una persona accanto che possa, diciamo, tranquillizzare il loro possibile timore che sia solo o che non abbia nessuno. Diciamo un modo per rassicurarli. Anche se ho la certezza che mia madre abbia capito tutto e più volte sembra essere diventata mia complice. Mio padre invece è nel mondo delle fate e a volte se ne esce con "Quando ti sposerai tu..."

E voi? Com'è stato il vostro "coming out"? Lo avete detto mentre eravate a tavola? Avete allungato la mano dicendo " Papà mi passi il sale? Ah, comunque sono gay"? Avete fatto il comunicato stampa mentre eravate a cena con amici? Faxato la notizia? O mandato un sms con l'opzione " Invia a molti"?

  • shares
  • Mail
30 commenti Aggiorna
Ordina: