Un terapista su sei vuole guarire i gay

Una coppia gay che si bacia alla luce del sole e dell'arcobaleno

La rivista BMC Psychiatry pubblica uno studio condotto su oltre millequattrocento terapisti da esperti della University College di Londra e della St. George's University e il risultato è che uno su sei cerca di curare l'omosessualità. Dice il professore Michael King, del dipartimento di Psichiatria della University of London

“Ci sono davvero scarse evidenze scientifiche a dimostrazione dell'efficacia di simili tentativi di trattare l'omosessualità di fatto possono invece essere addirittura dannosi per la persona. Quindi è sorprendente scoprire che ancora oggi una minoranza di terapisti offra questo tipo di trattamenti ai propri clienti. È importante che terapisti e opinione pubblica prendano coscienza di cosa sia l'omosessualità, il miglior aiuto è mostrare a gay e lesbiche che non c'è niente di patologico nel loro orientamento sessuale”.

In base alla mia esperienza personale – e per questo limitata – la statistica di cui sopra dovrebbe essere corretta un po' al rialzo: su quattro psicologi che ho girato (sì, son un po' fuori di testa!), tutti e quattro hanno cercato di guarirmi. Lo stesso è successo al mio compagno che è andato da un solo psicologo. Quindi cinque su cinque. Senza dubbio sarà stato un caso, ma... (uno dei quattro poi lo ritrovai in chat: ma questo è un altro discorso...) Vostre esperienza in merito?

  • shares
  • Mail
16 commenti Aggiorna
Ordina: