Argentina: fuori legge partito nazista omofobico

Non c'è posto, alle elezioni argentine, per il partito Nuevo Triunfo. La Corte Suprema della Nazione ha negato personalità giuridica alla formazione politica neonazista, che utilizza i simboli e le parole d'ordine del nazismo.

Per di più, il partito, guidato da Alejandro Carlos Biondini, attacca il collettivo Lgbt, definendolo una comunità "drogata e corrotta". Secondo la Corte, il partito Nuevo Triunfo ha un obiettivo "illecito" perché "promuove pratiche discriminatorie proibite dalla legge". Per di più i giudici hanno ribadito che non si può legittimare come partito politico chi incorre in apologia dell'odio e incita alla violenza, propugnando il “drastico smantellamento della rete omosessuale, drogata e corrotta che oggi infetta l'Argentina".

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: