Usa: coming out per 38 soldati lgbt di West Point

Si moltiplicano negli Stati Uniti le iniziative per contrastare il Don't ask, don't tell (Dadt), la controversa politica delle forze armate americane che consentono a gay e lesbiche di servire come militari, a condizione che nascondano il proprio orientamento sessuale.

L'ultima iniziativa è la nascita di un'associazione, Knights Out, che riunisce militari lgbt della celebre accademia di West Point, che hanno deciso di contrastare pubblicamente la Dadt. Sono 38 i graduati che hanno fatto pubblicamente coming out, a cominciare dalla presidente dell'associazione Becky Kanis, che vedete nella foto, diplomata nel 1991 e alle dipendenze dell'esercito per 9 anni.

Il presidente Obama si è impegnato a combattere le discriminazioni e potrebbe dare l'impulso decisivo per abolire l'odiata Dadt, che per giunta ha privato l'esercito e i servizi segreti anche di personale altamente qualificato.

  • shares
  • Mail