Lippi: se un calciatore fosse gay gli suggerirei di non dirlo

Il ct della nazionale italiana Marcello LippiTorna il Lippi nazionale e parla di gay. Nel corso della puntata di Che tempo che fa che andrà in onda stasera su Rai Tre il ct della Nazionale ha detto:

“Non ho mai conosciuto omosessuali nel mondo del calcio ma se un giocatore venisse da me a dirmelo, gli direi di vivere la sua vita come vuole, senza però dirlo ai compagni. È difficile confessare di essere gay in una squadra di calcio”

In merito alle precedenti dichiarazioni ha spiegato:

“Non ho detto che non ci sono gay nel calcio ho risposto di no alla domanda se ne avessi mai conosciuti”.

Allora, riassumendo i risultati sono i seguenti: per Cannavaro, Gattuso, Lippi e Ancelotti gay nel calcio non ce ne sono e se ce ne fossero dovrebbero rimanere nascosti (di certo non si sognassero nemmeno di richiedere diritti). E mentre Mourinho categoricamente smentisce che l'idea di gay non gli è passata nemmeno per l'anticamera del cervello, l'allenatore del Valencia – Unay Emerson – dice che nel calcio i gay ci sono e per uscire allo scoperto deve prima cadere il machismo che ruota intorno al pallone... In tutto questo, il Barcellona ha anche un club (ufficiale) di tifosi gay...

  • shares
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina: