Matrimoni gay, anche Gordon Brown contro la Prop 8

Il primo ministro britannico, il laburista Gordon Brown, si è espresso pubblicamente, in modo un po' irrituale per la verità, contro la Proposition 8, il referendum che a novembre ha cancellato dalla California i matrimoni fra persone dello stesso sesso.

Il premier, che riceveva una delegazione delle associazioni lgbt britanniche, ha definito "inaccettabile" la Proposition 8, che secondo lui è un tentativo "di cancellare qualcosa di buono che era stato fatto" per ampliare la sfera dei diritti civili. In questo senso Brown ha ringraziato il movimento gay per aver fatto pressioni e spinto il Parlamento a legiferare, in Gran Bretagna, sulle unioni civili.

  • shares
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina: