Cinema: la Bim usa Milk per promuovere il Che (omofobo)

Facebook è il teatro di quello che si può definire, con un eufemismo, un infortunio della casa di distribuzione cinematografica Bim, ansiosa di promuovere la pellicola dedicara a Che Guevara, Che - L'Argentino, con Benicio Del Toro. Gli utenti Facebook iscritti al gruppo Milk - dedicato al film di Gus Van Sant con Sean Penn - si sono visti recapitare nella posta il seguente messaggio promozionale:

Dopo MILK un altro eroe che ha lottato per la libertà e contro le ingiustizie:

"CHE - L'argentino" di Steven Soderbergh con Benicio Del Toro migliore attore a Cannes, al cinema dal 10 aprile!

Sarebbe esilarante, se non fosse offensivo e paradossale: basti pensare che Ernesto "Che" Guevara, con tutti i meriti che gli vanno riconosciuti non ultimo quello di essere stato scaricato da Fidel Castro, non era proprio un sostenitore dei diritti delle persone omosessuali. Anzi! Disprezzava i gay (maricones) e li considerava irredimibili. Alcuni - ma su questo, francamente, non ho trovato riferimenti sufficientemente chiari - sostiene che persino il Che abbia organizzato campi di cura per i maschi omosessuali.

In ogni caso - fatti salvi anche i pregiudizi molto più radicati ai suoi tempi e il peso della tradizione machista a Cuba - Guevara non era un paladino dei gay né è ammissibile che sia associato alla figura luminosa di Harvey Milk. Qualcuno lo dica alla Bim, che farebbe bene a chiedere scusa.

  • shares
  • Mail
38 commenti Aggiorna
Ordina: