In parrocchia per capire il gay pride

Parrocchia San Giovanni Bosco e San Gaetano di GenovaQuando si dice che la chiesa gerarchica è una cosa e i fedeli con i loro pastori (quelli veri) sono un'altra. Don Piero Borelli, salesiano, parroco della parrocchia S. Giovanni Bosco e S. Gaetano di Genova (la diocesi di Bagnasco!) oragnizza Quattro chiacchierate in famiglia per i venerdì di Quaresima (giornata tradizionalmente dedicata alla Via Crucis). E venerdì 13 marzo si parlerà di omosessualità. Dice don Piero:

“La quaresima è anche questo: andare a cercare la verità all'interno del deserto della nostra vita. Il nostro è un tentativo di avvicinamento, di capire una realtà che riguarda moltissime persone, anche credenti. Il Gay Pride può essere una manifestazione discutibile, ma è necessario capire. E questa Chiesa, dobbiamo ammetterlo, finora da questa realtà è rimasta lontana; mentre l'esclusione resta una sorta di conflitto”.

Quindi, parlando dei lebbrosi del Vangelo, don Piero continua:

“Gesù non aveva paura di toccarli; e la Chiesa di oggi non deve aver paura dei clandestini, degli omosessuali, dei divorziati. Deve entrare in contatto con loro, capirne anche il dolore, la sofferenza: noi siamo lì per questo”.

L'appuntamento è al Pala don Bosco alle 18,00 di venerdì.

Via | Repubblica + GayNews

  • shares
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina: