Don Luiz Couto: sospeso perché difende omosessuali e uso del preservativo

Il sacerdote cattolico Luiz Couto, sospeso perché difendeva i gayLuiz Couto (in foto) è un sacerdote cattolico brasiliano. È anche parlamentare del partito dei lavoratori (Pt) del presidente Lula e in passato si è sempre distinto per numerose lotte per i diritti umani. Ora, oltre a portare avanti una campagna a favore dell'uso dei condom, difendeva i diritti degli omosessuali. In una intervista, infatti, don Luiz, difendeva l'uso del preservativo quale beneficio della salute collettiva, si schierava contro le discriminazioni agli omosessuali e criticava il celibato imposto al clero cattolico. E così l'arcivescovo di Paraíba, monsignor Aldo de Cillo Pagotto, lo ha sospeso: le parole del sacerdote, infatti, sono state ritenute intollerabili. Se ritratterà, gli verrà tolta la sospensione.

Però, che strano: se un vescovo nega un evento storico e va contro la dottrina della chiesa cattolica, viene riammesso; se un sacerdote si schiera con gli ultimi e critica una legge ecclesiastica (non rivelata!) viene sospeso. Qualcosa non mi torna.

  • shares
  • Mail
24 commenti Aggiorna
Ordina: