Italia, parte la battaglia per i matrimoni gay

Il Parlamento non approva una legge su matrimoni gay, unioni civili o Pacs? E noi ci rivolgiamo direttamente ai tribunale. È questa la strada imboccata dalla Rete Lenford, un'associazione di avvocati che sostengono i diritti civili per le persone lgbt.

Di fronte all'indifferenza della politica, saranno i giudici - come e' gia' avvenuto nel caso Englaro - a decidere se la Costituzione tutela anche le persone omosessuali o se noi siamo cittadini di serie B. Gia' a Torino e in altre parti d'Italia coppie lesbiche (tante) e gay (qualcuna) si sono presentate al Comune a chiedere le pubblicazioni per il matrimonio. Di fronte al rifiuto degli uffici si rivolgono al tribunale.

La rete cerca altre coppie in tutta Italia, stabilmente conviventi, che vogliano portare avanti questa battaglia di civilta' e di legalita'. Vedremo che succede.

  • shares
  • Mail
32 commenti Aggiorna
Ordina: