Dubai: c'è un personaggio gay, romanzo escluso dal Festival del libro

Nella palma artificiale di Dubai non c'è posto per i gay, neppure se sono personaggi immaginari frutto della fantasia di uno scrittore. Non ci sono altre conclusioni da trarre, a proposito del piccolo emirato del Golfo, dopo che il locale Festival internazionale di letteratura ha cancellato la presentazione dell'ultimo romanzo dell'autrice britannica Geraldine Bedell.

"The gulf between us", questo il titolo del suo libro, ha tra gli altri un personaggio secondario, Sheikh Rashid, che è gay e ha un fidanzato inglese. Tanto è bastato per spingere gli organizzatori a escludere la Bedell dal Festival, che aprirà il 26 febbraio e si proponeva di "stimolare l'immaginazione". Ma - obietta la censurata Bedell - si dono dimenticati di aggiungere "solo nelle direzioni approvate".

In ogni caso, la censura alcuni invitati illustri, come Margaret Atwood, ad annuallare la propria partecipazione, mentre altri ospiti, come gli autori per l'infanzia Anthony Horowitz e Lauren Child, stanno riconsiderando l'opportunità della propria partecipazione a un evento che vieta la libertà di espressione anche nel mondo immaginario della letteratura.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: