La Iglcc a caccia dell'azienda più gay friendly al mondo

Quali sono le aziende mondiali più gay-friendly? In un momento di crisi è importante anche per chi compete sui mercati dare di sé un'immagine positiva e per questo motivo la Iglcc, la Camera di commercio gay e lesbica, invita tutte le principali società mondiali a partecipare alla prima edizione dell'International Business Equality Index, che valuta le imprese sui temi relativi alla comunità lesbica, gay, bisessuale, trangender e intersessuale.

L'obiettivo è evidenziare i migliori comportamente delle imprese che, all'interno del cosiddetto "bilancio sociale", si occupano anche di promuovere l'uguaglianza e la parità dei diritti anche per dipendenti, clienti e collaboratori lgbt. La ricerca può essere compilata entro il 30 aprile 2009 e i risultati saranno resi noti durante la Conferenza internazionale sui diritti umani lgbt, nel corso degli Outgames a Copenhagen, tra il 25 luglio e il 2 agosto.

Le imprese interessate possono registrarsi e partecipare attraverso questo link.

  • shares
  • Mail