Sanremo: non solo Povia, ma anche diritti

Copertina del libro Piacere Maria di Maura ChiulliStasera, dunque, inizierà il 59 Festival della canzone italiana, con il suo bel carico di polemiche (questo benedetto Luca che era gay e ora sta con lei, il milione a Bonolis e via dicendo). Ma Sanremo non è solo Povia e non saranno solo le manifestazioni contro di lui. Ci sarà anche spazio per discutere di identità di genere e di diritti civili. Il 20 febbraio, prossimo, infatti, presso la libreria Mondadori di Sanremo, la presentazione del libro Piacere Maria di Maura Chiulli (che abbiamo intervistato qui) sarà l'occasione per affermare il nostro “basta” alle illazioni non scientifiche. A tal proposito dice Maura Chiulli:

“Ho ritenuto necessario conquistarmi una presentazione del mio romanzo a Sanremo nei giorni del Festival. È un gesto non solo simbolico per dire basta: basta all'omofobia, basta alle illazioni non scientifiche, basta ai pregiudizi, basta agli stereotipi. Meritiamo di sentirci liberi di essere”.

Oltre all'autrice – che, tra l'altro, è anche fondatrice su Facebook del gruppo Aiutatemi a dire che l'omosessualità non è una malattia che conta oltre 4000 iscritti – interverranno Riccardo Gottardi (Segretario Nazionale Arcigay), Rita De Santis (presidente di AGEDO), Alixia Patri (CGIL- Scuola) e Claudio Porchia.

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: