California: dal 5 marzo la prop 8 alla Corte Suprema

Non è del tutto finita la vicenda dei matrimoni gay in California. La Corte Suprema, infatti, deve vagliare le richieste di annullamento del referendum, la Proposition 8, che a novembre 2008 ha cancellato il diritto di sposarsi per gay e lesbiche.

Diverse associazioni hanno contestato la possibilità stessa che si votasse su una questione del genere, dando alla maggioranza la possibilità di togliere un diritto a una minoranza. Per questo motivo dal 5 marzo la Corte Suprema ascolterà le argomentazioni contro la Proposition 8 addotte da American Civil Liberties Union, Lambda Legal e dal National Center for Lesbian Rights, cui si sono aggiunte anche le città di San Francisco e Los Angeles. Secondo loro, per cambiare una regola del genere era necessario almeno anche il voto del Parlamento nazionale, oltre al referendum.

Anche il ministro della Giustizia della California sostiene che la Proposition 8 è incostituzionale. Ma allora, non era meglio decidere prima se il quesito era ammissibile o no e se il risultato sarebbe stato in linea con la Costituzione?

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: