Cinema gay: Brokeback primo nella lista dell'Independent

Ecco, quando si dice le combinazioni. Proprio ieri discutevamo della polemica aperta sulle colonne di Ciak a proposito del "cinema gay" e di questa etichetta che, secondo un critico, danneggia i film. E invece dall'altra parte della Manica il quotidiano The Independent celebra la riabilitazione dei "film gay" e stila una lista delle 10 pellicole gay più importanti.

L'occasione è l'uscita - con tanto di 8 candidature all'Oscar - di Milk, di Gus Van Sant, che segna il definitivo sdoganamento di un genere fino a pochi anni fa considerato minore e il più delle volte concentrato a storie di Aids e di gay infelice. Secondo il critico dell'Independent, al primo posto si piazza Brokeback Mountain di Ang Lee, seguito da Querelle di Fassbinder e Maurice di Ivory. Ma tra queste dieci pellicole ci sono sia capolavori del cinema d'autore come Morte a Venezia di Visconti sia grandi successi commerciali, come Philadelphia.
Qualcuno aggiorni il critico di Ciak.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: