Ad Addis Abeba le chiese votano per la persecuzione degli omosessuali

Mappa dell'EtiopiaAlla vigilia di Natale si sono riuniti ad Addis Abeba i massimi esponenti religiosi etiopici, tra cui ortodossi, protestanti e cattolici. E tutti, nessuno escluso, hanno approvato un appello per i legislatori al fine di chiedere che la condanna dell'omosessualità sia inserita nella Costituzione. Al momento attuale il codice penale etiopico punisce l'omosessualità con una pena minima di sei mesi, ma i firmatari delle petizione hanno chiesto un inasprimento delle pene per quella che viene definita “il culmine dell'immoralità”. Il patriarca ortodosso Abune Paolos ha definito gli omosessuali “stupidi come animali”; Sium Antonios, capo della Ong locale United for Life Ethiopia, ha rincarato la dose:

“L’omosessualità non rientra fra i diritti umani e non è in relazione con la Creazione; non ha fondamento biologico. È inaccettabile e immorale”.

Per i capi religiosi etiopici i gay devono essere discriminati e corretti e devono ricevere una lezione; hanno quindi chiesto al governo l’apertura di centri di riabilitazione e di mettere anche sotto stretto controllo la distribuzione di materiale pornografico.

Via | L'Opinione

  • shares
  • Mail
17 commenti Aggiorna
Ordina: