Un 14 febbraio di baci etero e gay contro l'omofobia

La visibilità contro l'omofobia, il coming out contro le teorie riparative e i tentativi di "curare" e "guarire" i gay. (Tra l'altro, perché nessuno vuole mai curare le lesbiche? sono così omofobi e maschilisti che non prendono neppure in considerazione le donne?).

Prima del Festival di Sanremo che quest'anno vedrà esibirsi un Povia in versione "ex-gay" e messianica, l'Arcigay ha organizzato per il 14 febbraio la manifestazione Crossing Kisses - Baci all'incrocio, per "riaffermare l’importanza di tutelare e riconoscere tutte le forme d’amore etero ed omosessuali".

In molte città italiane si potranno vedere coppie gay e lesbiche ed etero che si baciano per ribadire la normalità e la tranquillità delle relazioni fra due uomini o fra due donne e per dare visibilità all'amore che una volta non osava "dire il suo nome", ma che ormai non ha nulla di cui vergognarsi. Il 21 febbraio, poi, la manifestazione si replicherà proprio a Sanremo.

Come negli Stati Uniti, anche qui si contrappone l'amore e la gioia all'odio e al bigottismo.

Foto | Giovanni Dall'Orto

  • shares
  • Mail