Croazia: 5 anni in manicomio perché era lesbica

Ana Dragicevic ha 21 anni e vive nella città di Rijeka in Croazia, dove sta seguendo un corso per diventare parrucchiera. Solo adesso, però, comincia a vivere come una persona normale, dopo 5 anni passati in un ospedale psichiatrico a Lopac. Quando aveva 16, infatti, rivelò ai propri genitori di essere lesbica ed essi la mandarono a curarsi in manicomio.

La sua storia, che ha coivolto persino il ministero della Sanità croato, è stata raccontata dal quotidiano Jutarnji list. Nei cinque anni passati in casa di cura - sotto la direzione della signora Mirjana Vulin - Ana è stata sottoposta a ogni tipo di terapia, compreso l'utilizzo di molti psicofarmaci per correggere il suo orientamento sessuale, mentre viveva ricoverata insieme a malati di schizofrenia.

Solo quando la sua storia è arrivata fino al governo, la direttrice dell'ospedale psichiatrico è stata rimossa e sostituita con un altro medico e Ana liberata e affidata ad altri parenti, che adesso stanno curando la sua educazione.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: