Prodi, che programma hai?

E Prodi tirò il freno. Come un regista pedante per il quale il copione è legge, così il Presidente del Consiglio richiama i suoi ministri all'ordine e a rispettare il programma sottoscritto da tutte le anime dell'unione. Tra i temi caldi in ballo ci sono ovviamente i Pacs, che ci riguardano il prima persona.

Insomma cosa farà il governo? Rispetterà il programma sui temi eticamente sensibili. E invita i presidenti e i capigruppo di maggioranza della commissioni Sanità e Affari sociali di Camera e Senato a non predere decisioni a casaccio, ma a "giungere alla discussione su questi temi dopo un esame approfondito e collegiale dei singoli provvedimenti", come riporta repubblica.it. Sarà ascoltato dunque il parere di un gruppo di esperti in riferimento ai temi etici e sociali, per concertare i provvedimenti più opportuni.

Ma il programma non svela le sue ambiguità, come fosse scritto dalla Sibilla in persona. Qualcuno a questo punto ci spieghi cosa davvero ha concordato di fare l'Unione a proposito di noi omosessuali, lesbiche e trans, perchè a noi non è ancora molto chiaro. Che fine farà il promesso "riconoscimento giuridico di diritti, prerogative e facoltà alle persone che fanno parte delle unioni di fatto"? Vi ricordiamo che il programma sottolineava la non discriminazione per genere o orientamento sessuale dei conviventi.

Noi aspettiamo.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: