Perfetti: la canzone di Agliardi sull'amore gay esclusa da Sanremo

Perfetti è il titolo della canzone di Niccolò Agliardi (già autore per la Pausini e Ramazzoti) che avrebbe dovuto partecipare al Festival di Sanremo nella categoria Nuove Proposte. La canzone parla di un'amore gay. Purtroppo il “big” che per regolamento doveva affiancare Agliardi si è tirato indietro all'ultimo momento e quindi Agliardi, che non fa il nome del big, ha pensato bene di diffondere la canzone in rete, commentandola così:

voglio regalare questa canzone, attraverso la rete, a tutti quelli che avranno la generosità di ascoltarla. Il tema dell’amore gay non può essere lasciato alle sterili provocazioni di Povia. La mia canzone, a differenza di quella di Povia, non tratta gli omosessuali come dei malati che devono “redimersi” o “curarsi”.

In apertura il video della canzone mentre dopo il salto c'è il testo.

Perfetti

Siamo stati perfetti, mio amore.
E nessuno lo sa.
Senza mai compromettere un grammo, della normalità.
Siamo stati spiati da quelli del supermercato.
Che sabato è spesa, è moglie è bambini e gelato..
Siamo scesi mezz’ora all’inferno
per capire, guardando da lì;
quanto avrebbe brillato, nel mondo, una storia così…
SIAMO STATI PERFETTI, MIO AMORE
E LO SO CHE LO SAI ANCHE TU.
QUANDO È STATO PIÙ FACILE ANDARE
CHE PARLARSI UNA VOLTA DI PIÙ…
HO PAURA CHE QUESTA FATICA, CHE SENTO, STANOTTE, SIA SOLO LA MIA.
E NON CERTO DI CHIUDERE GLI OCCHI…
E, LASCIARTI ANDAR VIA.

Siamo stati mangiati dal freddo
E dal senso comune.
Che due uomini possono ridere, ma non piangere insieme.
Fammi solo sapere se dormi,
se una donna si cura di te.
Se aspetti a chiamarmi;
chiama senza sapere perché…
poi ci siamo aggrappati alla pelle,
uno all’altro in attesa che Dio;
ci portasse un consiglio per tutti.
E poi ad ognuno il suo…
SIAMO STATI PERFETTI, MIO AMORE
E LO SO CHE LO SAI ANCHE TU.
QUANDO È STATO PIÙ FACILE ANDARE
CHE SOFFRIRE UNA VOLTA DI PIÙ…
HO PAURA CHE QUESTA FATICA, STANOTTE, SIA SOLTANTO LA MIA.
E NON CERTO DI CHIUDERE GLI OCCHI…
E, LASCIARTI, DI NUOVO, ANDAR VIA.
SIAMO STATI STUPENDI, MIO AMORE…. E stupendi significa mai.
A VENT’ANNI HO SENTITO L’AMORE…. Ma a vent’anni che te ne fai.?
SIAMO STATI PERFETTI, RAGAZZO,
DISPERATI E CON MILLE PENSIERI…
SE DUE UOMINI POSSONO ARRENDERSI
E SEMBRARE DUE UOMINI VERI…
E POTEVO ANCHE CHIEDERTI AIUTO.
MA ERAVAMO NEL POSTO SBAGLIATO.

Via | Diacoblog

  • shares
  • Mail
15 commenti Aggiorna
Ordina: