La fama di Oscar Wilde danneggia la città di Worthing

Oscar Wilde

Nella sua accezione negativa, con revisionismo storico si intende l’illegittima manipolazione della storia per scopi politici. Revisionista potrebbe essere, per esempio, il tentativo di cancellare la memoria di Oscar Wilde dalla cittadina di Worthing che sarebbe addirittura danneggiata dalla fama di Wilde. E quindi non rimarrebbe altro da fare che togliere la placca che ricorda il soggiorno dello scrittore nella città.

Secondo Chris Hare, docente universitario in pensione, la presenza dello scrittore a Worthing – città in cui Wilde concluse la sua commedia L'importanza di chiamarsi Ernesto – fu causa di riprovevoli episodi, dal momento che Wilde, pur sposato e con figli, seduceva degli adolescenti. Nella sua battaglia Hare ha un alleato: Steven Stevens che aWorthing è diventato famoso battendosi contro l’apertura di un nightclub con spogliarelliste.

Equilibrato, invece, il giudizio del conservatore Roger Oakley:

“Abbiamo una storia colorata e Wilde, con tutti i suoi errori, ne fa parte. Se la maggior parte della popolazione della zona si sentisse offesa allora dovremmo prendere in considerazione la possibilità di togliere la placca, ma non mi sembra che ci sia questa maggioranza. Io sono dell’opinione che dobbiamo accettare la nostra storia e che sarebbe sbagliato ignorarla”.

E pensare che l'arrivo di Wilde a Worthing – colpita dal tifo e scossa da disordini civili legati ai tentativi dell’Esercito della Salvezza di chiudere i pub – fu salutato come un colpo di fortuna...

Via | Corriere + Telegraph

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: