Spagna: trasferita la giudice che bloccava nozze gay

In passato abbiamo già parlato di Laura Alabau, una giovane giudice amministrativa che lavorava a Denia (Alicante) in Spagna. Più volte la donna ha bloccato il procedimento amministrativo - su cui non poteva in realtà intervenire - in caso di matrimoni fra persone dello stesso sesso.

Adesso il Consiglio superiore del potere giudiziario (il Csm spagnolo) l'ha trasferita ad altro incarico: continua a lavorare nello stesso distretto, ma non si occupa più di registro civile, bensì di contenzioso.

Dovrebbe essere contenta a questo punto la giovane signora, che non è più "costretta" ad avallare il matrimonio gay, ma non poteva impedirlo in quanto ufficiale dello stato. In varie occasioni infatti aveva rifiutato la trascrizione degli atti che permettono poi di celebrare il matrimonio, pur non avendone il potere; e aveva persino presentato un ricorso al Tribunale Costituzionale, passo che non era fra le sue prerogative.

Adesso farà un altro lavoro e, si spera, non sostituirà le proprie convinzioni personali alla legge.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: