Povia parla della sua canzone "Luca era gay”

PoviaMario Luzzatto Fegiz sul Corriere intervista Povia in merito alla sua canzone Luca era gay. Di seguito, alcuni passaggi dell'intervista:

Io non generalizzo. Racconto la storia vera di un ragazzo che da gay passa a eterosessuale. Poi, senza conoscere la canzone, è esplosa la polemica. Ringrazio. Ma mi aspetto che il pubblico la apprezzi. E colga l'impegno nell'affrontare tematiche che in genere vengono evitate.

Credo che ci sia una intolleranza sul fatto che il tema venga comunque rappresentato, non importa come. Basti pensare alle polemiche che hanno accompagnato lo scorso anno Il mio amico di Anna Tatangelo.

Racconto una storia vera che è molto bella e portatrice di valori positivi. Almeno secondo la mia morale, la mia verità. Non faccio prediche. D'altra parte il destino dei cantautori è quello di essere strumentalizzati o fraintesi. Mi hanno fatto passare per ciellino solo perché ho partecipato al Family day, quando in realtà sono sposato solo civilmente e non ho nemmeno battezzato le mie figlie.

Luca era gay farà parte di un album intitolato Centravanti di mestiere, storia di un centravanti che prova a spostarsi a destra e non cambia nulla, a sinistra, uguale. Alla fine, in campo come nella vita, è bello giocare sul filo del fuorigioco e al novantunesimo, nella mischia, segnare.

  • shares
  • Mail
23 commenti Aggiorna
Ordina: