Journalist Award 2008. La giuria premia Delia Vaccarello

Al Journalist Award 2008, premio giornalistico collegato alla Campagna della Commissione Europea "For Diversity Against Discrimination", hanno partecipato giornalisti da tutta Europa, e tra i 540 articoli in concorso, per l' Italia la giuria ha scelto l'articolo delle giornalista e scrittrice Delia Vaccarello"Vivere da gay, morire da etero", come vincitore del premio nazionale. La giuria ha motivato la scelta in questi termini " l'autrice racconta una storia di forte respiro europeo, coinvolgendo Spagna, Francia e Italia, perché evidenzia i ritardi culturali e normativi italiani nel riconoscimento dei diritti e delle libertà individuali uscendo dal coro discriminatorio dei media ".

Il premio vuole essere un riconoscimento a quei giornalisti che hanno evidenziato temi riguardanti la lotta alla discriminazione per razza, origine etnica, religione e credo, età, disabilità e orientamento sessuale. Giurie qualificate in ognuno dei 27 Stati membri dell'UE hanno selezionato il migliore articolo, considerandone sia l'aspetto stilistico sia la qualità e l'impatto dei contenuti. Gli articoli vincitori a livello nazionale passeranno poi alla seconda fase del concorso, lo European Journalist Award, già vinto dalla Vaccarello nel 2004 con l'articolo "Sì alla diversità. No alle discriminazioni".

Se la cercate, se avete voglia di leggerla e di partecipare, andate sul suo blog Uno, due, tre...liberi tutti.

  • shares
  • Mail