Twilight, è l'ora dei vampiri teen-ager (e per nulla gay)

Ciclicamente i vampiri tornano a far parlare di sé e infestano prima le librerie e poi i cinema. Stavolta ci tocca beccarceli in versione teen-ager, eternamente sedicenni, come al solito emaciati e pallidi e assetati di sangue: è questa la versione del film Twilight, tratto da una fortunata collana di romanzi.

Attenzione, però, scordatevi qualsiasi coté omo e ogni tipo di ambiguità; questi vampiri qui sono stati pensati per ragazzine e ragazzini senza grilli per la testa e non devono rischiare alcun visto della censura. Quindi poca pelle nuda e una sessualità rigorosamente etero. Niente a che vedere con i torbidi amplessi lesbo fra Catherine Deneuve e Susan Sarandon in "Miriam si sveglia a mezzanotte" (The Hunger) né con i vampiri gay Brad Pitt e Antonio Banderas in Intervista col vampiro, dove l'unica donna era un'allucinata e negletta Domiziana Giordano.

Qui siamo alla sana gioventù americana, che non ha altro orientamento all'infuori di quello gay etero. Certo, gli amanti del genere palliduccio, biondino, efebico hanno di che rifarsi gli occhi con un Robert Pattinson tirato a lucido e sbrilluccicante. Se vi va potremmo anche dedicargli una gallery prossimamente.
Dopo il salto godetevi il trailer ufficiale.

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: