La Camera del Rhode Island dice sì alle nozze gay, ora tocca al Senato

La Camera del Rhode Island dice sì alle nozze gay, ora tocca al SenatoSolo due giorni dopo aver ricevuto il via libera dal Comitato Legislativo, la Camera dei Rappresentanti del Rhode Island ha approvato, con cinquantuno voti a favore e diciannove contrari, il progetto di legge sul matrimonio ugualitario. Ora inizia la battaglia più delicata, quella del Senato, che mostrerà fino a che punto i democratici conservatori resisteranno all’onda pro matrimonio tra persone dello stesso sesso che si è scatenata negli Stati Uniti d’America a partire dai referendum dello scorso 6 novembre. Ricordiamo che lo speaker della Camera del Rhode Island, Gordon Fox, è gay dichiarato.

Nonostante l’ampia presenza dei democratici nelle due Camere dello stato, nel 2011 fu impossibile portare avanti una legge sui matrimoni gay per via dell’opposizione della presidente del Senato, la democratica conservatrice Paiva Weed. Venne invece approvata una legge per le unioni civili che lasciava ampio spazio alle confessioni religiose che non volevano sentire parlare di parità di diritti.

A seguito dei referendum dello scorso novembre, però, la situazione è cambiata, e Paiva Weed ha dato il suo benestare alla discussione del tema in Senato.

Il governatore dello Stato, l’indipendente Lincoln D. Chafee, ha detto chiaramente fin da subito di essere favorevole al matrimonio tra persone dello stesso sesso e che non porrà alcun impedimento nel caso in cui la norma venga approvata. Ora la partita si gioca in Senato, dunque.

Foto | Marxchivist via photopin cc

  • shares
  • Mail