Brokeback Mountain (non censurato) andrà in replica su Raidue. Colpa di un pasticcio

Ufficio Stampa Rai sul caso Brokeback Mountain di oggi:

Non c’e’ stata alcuna censura, ma una serie di casualita’ che ha impedito la messa in onda della versione originale di “Brokeback Mountain”.

La RAI ha comprato i diritti del film “Brokeback Mountain” tramite Rai Cinema.

Per un’eventuale trasmissione senza vincoli di orario, e’ stato chiesto alla societa’ Bim, che l’ha distribuito nelle sale, il visto censura.

In seguito a tale richiesta, il distributore ha consegnato la copia che aveva ottenuto il visto, mentre non e’ stato sollecitato l’invio contestuale della versione integrale.

Pertanto, quando Raidue ha deciso di trasmettere il film ha ritenuto di utilizzare la versione integrale non verificando sul terminale che la versione in possesso della RAI era quella che aveva ottenuto il visto censura per la trasmissione senza vincoli di orario.

Il Direttore di Raidue ha preso l’impegno di mettere in programmazione la replica del film nella versione cinematografica senza tagli.

Che sia vero o no il motivo dei tagli, c'è stata una pronta contromossa. Molto bene. Le polemiche una volta tanto servono a risvegliare l'attenzione dei "piani alti" televisivi, quantomeno. Vi rimandiamo all'articolo di Tvblog dedicato, dove pare che abbia avuto un ruolo determinante di mediazione Valdimir Luxuria.

  • shares
  • Mail
16 commenti Aggiorna
Ordina: